CB

 

Media temperatura: -5÷+5°C | Bassa temperatura: -25÷-18°C

Potenza: 3,12÷10,10 kW

Montaggio a parete

R404A

Condensante A: 860÷980 mm | L: 760÷1640 mm | P: 420÷450 mm
Evaporante A: 553 mm | L: 1180÷1780 mm | P: 670 mm

 

Per maggiori dettagli scarica il nostro videocatalogo

 

;

Il gruppo refrigerante per cella frigo CB sono macchine refrigeranti di tipo split, economiche nella gestione e compatte nelle dimensioni, progettate per applicazioni in celle di piccole-medie dimensioni a destinazione commerciale.

La serie si divide in 2 modelli: CBN per media temperatura (da -5°C a +5°C, volume cella massimo 170 m³) e CBK per basse temperature (da -18°C a -25°C, volume cella massimo 199 m³).

Il range di potenza frigorifera varia da 2,3 kW a 11,2 kW soddisfando le esigenze di una qualunque cella di piccole-medie dimensioni.

La struttura split del CB consente il montaggio delle due componenti, evaporatore e parte condensante, in modo separato permettendo all’utilizzatore una scelta di installazione flessibile rispetto alle soluzioni monoblocco.

Tutti i modelli CB sono progettati a partire da una solida e compatta scocca in lamiera d’acciaio a protezione della parte condensante equipaggiata, in dotazione standard, con compressore ermetico, condensatore ad aria raffreddato da 2 o 3 ventilatori regolati dal pressostato per le ventole, e una fase di espansione a valvola termostatica.

La parte condensante richiede un montaggio a tampone sulla parete esterna mentre l’evaporatore, dotato di due o tre ventilatori a seconda del modello, prende posizione sul soffitto all’interno della cella evitando riduzioni al volume dell’ambiente interno.

L’impianto è ultimato dalle tubazioni precaricate di refrigerante e complete di attacchi rapidi per il collegamento delle 2 componenti, assicurando un’installazione veloce e una comoda manutenzione per l’utilizzatore.

L’allestimento standard comprende indicatore, separatore e ricevitore di liquido completo di valvola di sicurezza, filtro a corpo solido sulla linea del liquido e doppio pressostato di minima e massima taratura a riarmo automatico mentre il processo di sbrinamento è di tipo elettrico.

Il processo di rimozione dell’acqua di condensa avviene mediante tubazione di scarico tra evaporatore e unità condensante con successiva raccolta nell’apposita bacinella o eliminazione a perdere all’esterno della cella.

Dotate di centralina elettronica di controllo con pannello remoto a parete e predisposte per il collegamento alla luce della cella e alla micro porta, le unità CB dispongono di un’efficiente gestione centralizzata durante il funzionamento, comodamente personallizabile a completamento del profilo di una macchina refrigerante affidabile, versatile ed economica nella gestione.